Gran parte del patrimonio della Regia Scuola consiste in materiale didattico redatto da docenti e assistenti della scuola.

Tra questi Agostino Antonio Capocaccia, diplomato Ingegnere navale e meccanico nel 1923 presso la Regia Scuola Superiore Navale di Genova, dove inizia la sua carriera come assistente di meccanica applicata. Sono di quegli anni alcuni suoi scritti come i Saggi di una nuova teoria su gli alberi a velocità variabile e su alcune possibili applicazioni. Negli anni successivi la sua ricerca si concentra principalmente su problemi riguardanti le coppie cinematiche e la loro lubrificazione, arrivando a elaborare una teoria della “fluido-untuosità”, interesse che si ritrova in molte sue dispense, come ad esempio Configurazioni molecolari nella lubrificazione untuosa-viscosa.

La parte più cospicua di questa collezione è costituita dagli scritti di Angelo Scribanti,che si diplomò alla Regia scuola come Ingegnere navale e meccanico nel 1893. Dal 1896 Scribanti inizia una serie di pubblicazioni didattiche tra il materiale più originale del patrimonio della Regia Scuola. Varo delle navi, paratie stagne, Vasca Froude, impostazione di progetti di navi, carene dritte e inclinate, eliche e scafi, sono solo alcuni degli argomenti affrontati.